`Il gioco del silenzio´ // `Come sta Annie?´

Autore disco:

NichelOdeon

Etichetta:

Lizard (I)

Link:

www.lizardrecords.it/
www.myspace.com/nichelodeonband

Formato:

CD // DVD

Anno di Pubblicazione:

2010

Titoli:

1) Fame 2) Fiaba 3) Claustrofilia 4) Malamore e la Luna 5) Amanti in guerra 6) Ombre Cinesi 7) Apnea 8) Il giardino degli altri () 10) Se 11) Lana di vetro 12) Ciò che rimane // a) “Il gioco del silenzio” Live – NichelOdeon in concert [1) A Solemn Preface 2) Ombre Cinesi 3) Apnea 4) Claustrofilia 5) Se 6) Ciò che rimane 7) Malamore e le Luna] b) “Passaggio nella loggia nera” – Twin Peaks live soundtrack [1) Prologue: Liberami (tabernacolo erotico) 2) pt. I: A walk inside the Black Lodge (Sycamore Trees) 3) pt. II: The Bank 4) pt. III: RR Diner 5) pt. IV: Return into the Black Lodge (Firewalking) 6) pt. 5: Out of the Lodge (Come sta Annie?)]

Durata:

78:52 // 83:45

Con:

Francesco Chiapperini, Andrea Illuminati, Claudio Milano, Andrea Murada, Max Pierini, Luca Pissavini, Lorenzo Sempio, Carola Caruso, Stefano Delle Monache, Estibaliz Igea, Luciano Margorani, Luca Olivieri, Claudio Pirro, Antonello Raggi, Marco Tuppo // Francesco Chiapperini, Andrea Illuminati, Claudio Milano, Andrea Murada, Max Pierini, Luca Pissavini, Lorenzo Sempio, Ambra Rinaldo

la progressiva riabilitazione del progressive

x e. g. (no ©)

Arrivano al traguardo del secondo CD i NichelOdeon, dopo una prima uscita autoprodotta che a dire il vero non m’aveva entusiasmato, e contemporaneamente approdano alla Lizard, etichetta dedita al nu-progressive per antonomasia (“Lizard” è uno dei dischi più classicamente ‘progressive’ dei King Crimson). E sono proprio i King Crimson del periodo in cui collaborarono con Keith Tippett (da “The Wake Of Poseidon” a “Islands”) che questo disco riesce a ricordarmi, mondati però dall’epica romantica che viene sostituita da una forte vena drammatica. Ma intravedo anche schegge derivate da gruppi italiani di jazz-progressive-elettrico quali furono il Perigeo e i Dedalus. La voce, a dispetto dei frequenti richiami a Stratos, ancor di più ricorda gli equilibrismi mistico-chimici del primo Juri Camisasca (e, di conseguenza, del primo Peter Gabriel). Si tratta di un progetto (lo definiscono come «a chemical laboratory, engaged in performing audio-visual crafts») dalle spesse caratteristiche intellettuali, quindi di non facile ascolto, che si fa maggiormente apprezzare nei molti passaggi in cui un approccio strumentale più ‘popolare’ stempera la cerebralità dei testi e della voce (un esempio per tutti nella marcetta che si apre al terzo minuto circa di Lana di vetro). E comunque l’insieme degli elementi che compongono il disco appare sempre piuttosto equilibrato. In definitiva non so se consigliarvi questo CD, potreste amarlo alla follia ma potreste anche odiare il sottoscritto per avervelo fatto comprare.
Quello che invece consiglio, se siete interassiti a conoscere questo singolare progetto, è di iniziare l'esplorazione dal DVD pubblicato in contemporanea con il CD. Si tratta di registrazioni in pubblico, parte (a) dedicate all’esecuzione di brani tratti da “Il gioco del silenzio” e parte (b) dedicate alla sonorizzazione per l’ultimo episodio di “Twin Peaks”. Queste tracce video rimettono in discussione tutte le impressioni ricavate dall’ascolto del CD registrato in studio: l’uso di una strumentazione anomala (per la musica progressive) e una evidente teatralità richiamano alla mente le derive tedesche del progressive stesso (Faust in particolare)
Le performance del gruppo sono, a dir poco, inquietanti, e di conseguenza legano alla perfezione con le immagini dello sceneggiato televisivo diretto da David Lynch.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 20/6/2011
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2011 ...

`High Violet´  

`Tibi´  

`Hologramatron´  

`Repas Froid´ // `Jeanne´ // `Hystérie Off Music´  

`Choose´  

`Live´ // `1/4´  

`Black Tar Prophecies 4´  

`Three´  

`Treize Onze Douze´ // `Reflet´ // `11:48 – 09:01´  

`The Haunting Triptych´  

`The Halfduck Mystery´  

`Forgotten Realm´  

`We Recruit´ // `It’s raining on one of my islands / Le petit chaperon beige´  

`Clam, Dolenter´  

`C’est La Dernière Chanson Tour – August 2009´ // `He Would Come Home Through The Window, Job In Hand´  

`Byznich´ // `Live At Radio Kairos / Reminder´ // `From The Tale Of Pigling Bland´  

`Last Tango in Paris (the music of Gato Barbieri & Jazztangos)´  

`A Book Of Songs For Anne Marie´  

`Third segment´  

`Your Future Our Clutter´  

`Lost´  

`A Song To The City´  

`Invocalizations´  

`Conspiracy´  

`Selamatkan Bumi (Save the Planet)´  

`Daily Birthday´  

`Insect tracks´  

`Margareth, Frank and the Bear´  

`Illuminate´  

`Lieu´ / `Detrimental dialogue´  

`Sunset to Sunrise´  

`『海辺より (From Seaside)´  

`Estremo Oriente Mediocre Occidente´  

`Baba - Festival di Arti Eccentriche e Culture Esplose - 2010´  

`FreeFall´  

`Dancing judas´ / `News from Belgium´  

`Getting Closer´  

`Folia´ // `Rebetika´  

`No Room For The Weak´  

`Amirbar´  

`Ordine ’91 – ’96´  

`Re-Conditioned´  

`Charlie The Bold´  

`Bootstrap Paradox´  

`Gravissima´  

`As a Leaf or a Stone´  

`Heraclite´  

`Lakefront´  

`Onrushing Cloud´  

`Quarzo´  

`Phonometak #8´  

`Repas Froid´ // `Ante-Mortem´ // `Les Comores´  

`Qualcosa nel mio Piccolo´  

`Same Difference´  

`La macarena su Roma´  

`Chronophage´  

`Zwei´  

`Bacco´  

`Night Kitchen – an hour of ruined piano´ // `Capsizing Moments´  

`Il gioco del silenzio´ // `Come sta Annie?´  

`Hazey Tapes - ep´  

`Closer to the small/dark/door´  

`The red giant meets the white dwarf´  

`In movimento´ // `Mixing Berries´ // `Il funerale della ninfea´  

`Bar<->Bari´  

`Concrete Songs´  

`Foam and Souls´  

`Chàsm' Achanès (Huge Abyss)´  

`The Rough And Rynge´  

`Tank´  

`Inertiadrome´ // `Renditions´ // `AM/FM´ // `8-inch #4´ // `Kriiskav Valgus´ // `MoHa! / Tape That split 10-inch´  

`Qua 'ndo lu cautu se mori´  

`Wow´  

`Live at Bloom 22/2/2011´  

`Goatness´  

`Jeanne Of The Dark´  

`Waspnest´ // `UpSet´  

`Accordion Koto´  

`Less Action, Less Excitement, Less Everything´  

`Mangiare!´  

`Notes for the synthesis´  

`The Ambush Party´ // `KA DA VER´  

`Electronicgirls Vol # 1´  

`Whale Heart, Whale Heart´  

`Nijika´  

`(Oversteps)´ // `Gravitoni´ // `Oleva´ // `it’s a musthang / midnight mutant´  

`Have a Nice Trip´  

`Anemici: sangue dalle rape´  

`Teem´  

`Auk/Blood´ // `Sinaa´  

`Mail From Fushitsusha´ // `You Should Prepare To Survive Through Even Anything Happens´  

`I’m Not Like You´  

`Deepwater Blackout´  

`Indivenire´  

`0509´ // `Astrana´ // `# 1´  

`Živili´  

`Lost Bags´  

`Death By Water´  

`Tutti dicono guardiamo avanti´  

`La foce del ladrone´  

`Wanna be Dino´ // `Delay Jesus ‘68´  

`Canzoni dalla voliera´  

`TNZR001´  

`Now That It's The Opposite, It's Twice Upon A Time´  

`Frontiera´  

`大罐 Big Can´  

`月球专用音乐 Music for Listening to the Moon´  

`Somewhere Out There´  

`Il Rombo Strozzato - impro ensemble´  

`Zzolchestra´  

`Galactic Boredoms´  

`Super Axel Dörner´ // `Lohn & Brot´  

`Pineda´  

`L’Italia nelle canzoni´