`D C´

Autore disco:

Andrea Dicò & Francesco Carbone

Etichetta:

Setola di Maiale (I)

Link:

www.setoladimaiale.ne

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) Ossidiana 2) Rainingindesing 3) Tralfamadore 4) Intergalactic Mechanical Workshop 5) il Sogno di Giulio 6) 14b

Durata:

66:43

Con:

Andrea Dicò, Francesco Carbone

in bilico fra passato, presente e futuro

x mario biserni (no ©)

Il power duo è comunemente reputato come un’evoluzione del power trio favorita dagli sviluppi della tecnologia, e in riferimento a tale formula strumentale così povera si pensa a formazioni che vanno dai White Stripes, agli Hella e ai MoHa!.
Così, trovandomi tra le dita il CD del duo formato dal chitarrista Francesco Carbone e dal batterista Andrea Dicò, il mio pensiero è andato a quelle formazioni. Tranne venire poi smentito dall’ascolto di “D C”. La musica dei due è infatti meno povera, e molto più dilatata, rispetto a quella dei gruppi sopra citati, e piuttosto mi pare rimandare a vecchie combriccole tipo i Tyrannosaurus Rex e i NEU!, o a un disco come “Population II” del chitarrista americano Randy Holden, tutta gente che anzitempo scelse la formula del duo come veicolo espressivo. Di conseguenza sono generi quali la psichedelia, la space music e la kosmische musik a essere tirati in ballo, chiaramente rivisti sia attraverso un’ottica tipicamente progressive sia attraverso gli stilemi giocattolosi di molta improvvisazione ascoltata negli ultimi vent’anni. Quindi, accanto a chitarre e batteria, troviamo elementi tecnologici quali loop e campionatori, ma anche materiali di recupero tipo giocattoli a molla, latta d’olio, carillon, radio, walkie-talkie e oggetti vari. Un grazie alla Setola di Maiale che permette a tanti sogni di diventare realtà.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 19/2/2020

`Devotion´ // `Kammern I-V´ // `As If You Were Here´ // `Glassware´ // `Kimmig – Studer - Zimmerlin And George Lewis´  

`Colorless Green Ideas Sleep Furiously´  

`D C´  

`Kaczynski Tape Sessions – The Urban Tape´  

`Laylet el Booree´  

`La Louve´  

`Suites And Seeds´ // `Extended ● For Strings And Piano´ // `Zeit´  

`Dropping Stuff And Other Folk Songs´  

`Amore per tutti´  

`Live At Torrione Jazz Club´  

`The Treasures Are´ // `Up And Out´ // `The Balderin Sali Variations´  

`Astonishment´  

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Rise´  

`Echoes From The Planet´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´