`La Louve´

Autore disco:

Christine Abdelnour & Louis Schild

Etichetta:

Wide Ear Records (CH)

Link:

www.wideearrecords.ch
www.youtube.com/watch?v=a6RVxD1B6wI
www.youtube.com/watch?v=mWkAb9q9A74
www.youtube.com/watch?v=G952wamCipE
www.youtube.com/watch?v=Yen0ux5a-MY

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) La Louve

Durata:

33:42

Con:

Christine Abdelnour, Louis Schild

fiori selvaggi dall`underground

x mario biserni (no ©)

La Love, la lupa in italiano, è il nome del disco, dell`unico brano che vi è incluso e del locale nel quale è stato registrato. Tutto, a partire dalla confezione, vira verso l`impostazione minimale e concreta di questi due musicisti che utilizzano sassofono e chitarra basso come contrazione del proprio corpo verso un microcosmo interiore. “La Louve” è un disco destabilizzante, dove la decostruzione punta dritto verso la distruzione, l`abilità tecnica è trasformata in disabilità , gli strumenti vengono completamente reinventati. Togliete al suono la sua bellezza, la sua purezza, e avrete ottenuto questa musica. Ma otterrete lo stesso risultato togliendo il sovrappiù e lasciando i detriti. “La Louve” è come un bosco dopo il passaggio di una squadra di tagliatori, o dopo il passaggio di un incendio, è ceneri e carboni ancora crepitanti. Ma non è morte, è vita oltre la morte. E` resurrezione.
Sopra trovate i collegamenti a youtube per alcuni video che catturano alcune performance solitarie dei due, ma spulciando ulteriormente potrete individuare anche alcune collaborazioni, soprattutto da parte della sassofonista, con i soliti Magda Mayas, Corsano, Kat Ex, Andy Moor, Clayton Thomas e ancor altro.
Vale la pena d`indagare.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 29/12/2020

`Beats´ // `Phylum´  

`Schwingende Luftsäulen 3´  

‘Derivatives’ // `Haerae´  

`Room For The Moon´ // `Гибкий график´  

`Electric Music´  

`Jin-Brebl-Concert´  

`Kavel´  

`Libertè Égalitè Fraternité´  

`La signora Marron´  

`Live´ // `An Evening In Houston´  

`Archytas Curve´  

`Oltre il cielo alberato´  

`Alimurgia´  

`La Chiamata´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Tranceries´  

`Don`t Worry Be Happy´  

`Infected Burst´  

`Tracce XX´  

`Spime 2019´  

`The Hovering´  

`Canto Fermo´  

`Anasyrma´  

`Live´  

`Colmorto´  

`Vocabularies´  

`Blue Horizon´  

`Namatoulee´  

`Passato, presente, nessun futuro´  

`Liquid Identities´  

`Out For Stars´  

`Collera City´  

`Harraga´  

`Rumpus Room´  

`CEPI Meets HIC´  

`Prèludes´  

`The Last Five Minute´  

`Left Hand Theory (Live At Il Torrione)´  

`Collectable Items´  

`Duos & Trios´  

`Sleepless Nights / Lysergic Mornings´ // `Impressioni organizzate di ansie liquide´  

`L`inizio della neve´  

`Another Year Is Over, Let`s Wait For Springtime´  

`Memory Loss´  

`Other Colors´  

`Ebbs And Flow´ // `Staggered Twisted Angled´