`Live At Torrione Jazz Club´

Autore disco:

Tell No Lies

Etichetta:

autoprodotto (I)

Link:

www.tellnoliesmusic.wixsite.com/tellnolies

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) Bemodai 2) Anamnesi 3) Zadina / Leili 4) Skulls’ Dance 5) Kronstadt 6) Anteo

Durata:

56:24

Con:

Edoardo Marraffa, Filippo Orefice, Nicola Guazzaloca, Luca Bernard, Andrea Grillini, Federico Pierantoni

l’emblema della società ideale

x mario biserni (no ©)

Quello che nel disco precedente poteva apparire unicamente come titolo del lavoro era in realtà anche il nome del gruppo, un quintetto con due sax, pianoforte, contrabbasso e batteria. In questo “Live At Torrione Jazz Club” il quintetto si ripresenta tale e quale, strumentalmente parlando, seppure appaia umanamente cambiato nella figura di Filippo Orefice che rimpiazza al sax tenore Gabriele Di Giulio. Quella di Federico Pierantoni al trombone è invece una presenza limitata al brano di chiusura.
Questo secondo CD è poco più che una copia promozionale volta a pubblicizzare la distribuzione digitale su SoundCloud. Peccato, dal momento che si tratta di un’autentica bomba, con il gruppo che sembra debordare dal freddo supporto di plastica per invadere l’ambiente e all’uopo uscire fuori per invadere le strade e le piazze del circondario. La musica è una new thing compatta e trascinante, che ruota attorno al pernio rappresentato dalla tastiera di Guazzaloca, definibile autentico mattatore se non fosse che gli altri ricoprono i loro ruoli con altrettanta vivacità (se non virulenza), e riporta alla memoria le incendiarie jam alla Fondation Maeght del 1969-70.
Stupisce come il collettivo non annulli mai i bisogni espressivi dei singoli e come le velleità di questi ultimi non si manifestino mai a detrimento dell’interesse collettivo. Tell No Lies è la raffigurazione della società perfetta.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 2/1/2020

`L’inizio della neve´  

`The Whole Thing´  

`Composition O´  

`είμαρμένη´ // `Kaczynski Tape Sessions – The Commercial Tape´  

`Awake´ // `Timewise´  

`Wood(Winds) at Work´  

`Poem Pot Plays Pantano´  

`Celante´  

`Busy Butterflies´  

`The Next Wait´  

`Devotion´ // `Kammern I-V´ // `As If You Were Here´ // `Glassware´ // `Kimmig – Studer - Zimmerlin And George Lewis´  

`Live At B-Flat´  

`Sul Filo´  

`Colorless Green Ideas Sleep Furiously´  

`D C´  

`Kaczynski Tape Sessions – The Urban Tape´  

`Laylet el Booree´  

`La Louve´  

`Suites And Seeds´ // `Extended ● For Strings And Piano´ // `Zeit´  

`Dropping Stuff And Other Folk Songs´  

`Amore per tutti´  

`Live At Torrione Jazz Club´  

`The Treasures Are´ // `Up And Out´ // `The Balderin Sali Variations´  

`Astonishment´  

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Rise´  

`Echoes From The Planet´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´