`Live At L’Horloge´

Autore disco:

Yoko Miura, Gianni Mimmo & Thierry Waziniak

Etichetta:

Amirani (I)

Link:

www.amiranirecords.com/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) Prologue 2) Drops #1 3) Drops #2 4) Drops #3 5) Drops #4 6) Drops #5 7) Fall 8) Itotsumugi 9) Epilogue

Durata:

64:19

Con:

Yoko Miura, Gianni Mimmo, Thierry Waziniak

una love story appassionante

x mario biserni (no ©)

È una storia d’amore appassionante, quella fra il sax soprano di Gianni Mimmo e il pianoforte di Yoko Miura, una love story che oggi dà alla luce il terzo figlio (permettetemi di intendere i dischi come tali) dopo la bella coppia partorita nel 2016: “Departure” e “Air Current”, entrambi su setola di Maiale. È stimolante, e di buon auspicio per il futuro, la consapevolezza che i due non intendono però fare coppia chiusa. Già in “Air Current” ampliavano il loro ménage in virtù di una riuscita triangolazione (con Ove Volquartz al clarinetto basso). Visti gli ottimi risultati Mimmo e la Miura, che non sono né tonti né insensibili all’idea di produrre ottima musica, ci riprovano, questa volta aprendo le porte alla batteria del francese Thierry Waziniak. La presenza dei tamburi sposta l’attitudine cameristica dei precedenti lavori in direzione di un jazz da club, mai troppo barricadiero ma neppure privo di mordente. Il sognante e favolistico mood della Miura viene assecondato o squarciato dalle evoluzioni del sax – a tratti suadente e a tratti esplosivo – mentre il batterista riesce a sottolineare gli sviluppi dell’amplesso sonoro alleandosi ora con l’uno e ora con l’altro contendente amoroso.
Una frequentazione occasionale e informale, quella fra i tre, che ha le caratteristiche della collaborazione di lunga data ormai consolidata.
Un CD da mettere in saccoccia.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 29/10/2019

`Do. So´  

`Echoes From The Planet´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´