`Explicit´ // `Clairvoyance´

Autore disco:

Vinny Golia & Gianni Mimmo // Gianni Mimmo, Silvia Corda & Adriano Orrù

Etichetta:

Nine Winds Records (USA), Amirani Records (I) // Amirani Recods (I)

Link:

www.amiranirecords.com
www.silviacorda.com
www.adrianoorru.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2018

Titoli:

1) Angular / Colliders 2) Elegy Implications 3) Pull The Chutes 4) De Chirico 5) First Chat 6) Birds Chat 7) Second Chat 8) With Friends Like These 9) Where’s My Champagne? // 1) How Spiders Spin Their Web Across A Great Distance 2) Sideways Glances 3) Sweetly Somber 4) About To Bloom 5) Implications 6) How Spider Sits And Waits

Durata:

55:03 // 36:50

Con:

Vinny Golia, Gianni Mimmo // Gianni Mimmo, Silvia Corda, Adriano Orrù

un ora e mezzo di ottima musica improvvisata

x mario biserni (no ©)

Nato nel Bronx ma attualmente vivente in California, Vinny Golia è una colonna portante della musica contemporanea americana. Non può essere considerato un jazzista dal momento che i suoi interessi travalicano la tradizione della musica afro-americana per abbracciare sia la Musica Contemporanea sia le varie Musiche Etniche (un musicista accostabile, quindi, al Rova Saxophone Quartet). Golia sembrerebbe rappresentare il contraltare perfetto per un Gianni Mimmo che pare interessato a seguire percorsi simili. E lo è.
Mimmo, dal canto suo, affronta la prova con modestia e autorevolezza. La modestia di chi è ben consapevole di trovarsi davanti a un’istituzione e l’autorevolezza di chi è sicuro dei propri mezzi. La situazione, e il nome di uno dei due protagonisti, fanno pensare alla leggenda di Davide e Golia. Ma fra i due non c’è lotta, e mi sembra neppure dialogo, ma un procedere di concerto con l’uno che vicendevolmente sottolinea i percorsi dell’altro.
Se alla fine il mondo di Golia può apparire più variopinto, è solo perché utilizza un range di sei strumenti laddove Mimmo si limita al solo sax soprano.
Lasciato libero Golia di tornare in America, “Explicit” è stato registrato a Tevernago di Piacenza, Mimmo sbarca in Sardegna per incontrare i talentuosi Silvia Corda (piano) e Adriano Orrù (contrabbasso). C’est la crème del jazz italiano. Così vien da dire. Mimmo torna qui a vestire il suo abito più jazzistico, quello che a suo tempo era stato di Steve Lacy e Thelonious Monk per intendersi, chiaramente aggiornato all’evoluzione che la musica jazz ha avuto nel frattempo (soprattutto per ciò che riguarda i rapporti fra melodia e dissonanza e fra composizione e decostruzione, oltreché per la forzatura degli strumenti). Un passo indietro? Tutt’altro, bensì un modo disinvolto e comunque creativo di rivedere e affrontare le proprie radici (immarcescibili, direi). Gli estimatori del sassofonista milanese potranno anche allungare lo sguardo sui due ottimi strumentisti che, seppur nuovi in questo spazio, hanno già all’attivo numerosi dischi in proprio o in collaborazione con altri musicisti (date un’occhiata, a tal proposito, ai loro siti web o al catalogo di Setola di Maiale).


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 30/1/2019

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´  

`777+2 Per Aspera Ad Astra´  

`Emblema´  

`Tajaliyat´  

`Moondrive´  

`Collected Wreckages´ // `Shallow Nothingness In Molten Skies´ // `Blind Tarots´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´