`Moondrive´

Autore disco:

Moondrive

Etichetta:

autoprodotto (I)

Link:

moon-drive.bandcamp.com/

Formato:

LP, D

Anno di Pubblicazione:

2017

Titoli:

1) Swallowing A Toad 2) Last Minute Of The Last Day 3) Particular 4) Old Dark Wild Beast 5) Not Anymore 6) Samurai 7) Finders Keepers 8) Bear 9) The Elephants Are Small 10) Violet Moon 11) Two Of Us

Durata:

45:46

Con:

Emanuele Cicerchia

un musicista acerbo ma (molto) promettente

x mario biserni (no ©)

Emanuele Cicerchia è cresciuto nello stesso humus che ha dato i natali a Sycamore Age, Walden Waltz, Ant Lion, Ask The White … e da tale humus a tratto chiaramente linfa vitale. La sua musica è fatta di atmosfere avvolgenti e melodiose segnate da una conturbante e vivida luminosità noise-psichedelica. La voce immersa nei suoni fa pensare soprattutto a gruppi come My Bloody Valentine, Ride e Slowdive. Rispetto ad altri gruppi della scena aretina, tipo Sycamore Age, la cerchia di influenze è qui molto più ristretta, e questo fa sì che il risultato risulti meno variegato e anche meno personale. Un altro elemento di critica può concernere un certo gap fra la qualità della scrittura e qualche zoppicamento a livello di una produzione che, soprattutto, mi sembra difettare in dinamiche. Non va però dimenticato che si tratta di un primo disco, realizzato in condizioni pressappoco amatoriali, e che il Cicerchia lascia intravedere qualità non comuni. Joe Boyd potrebbe anche ricavarci un nuovo Syd Barrett … purtroppo se di nuovi Barrett in giro ce ne sono, a guardar bene, di nuovi Boyd non si intravede neppure l’ombra. Questo è uno dei grossi problemi che attanagliano oggi le produzioni musicali.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 9/10/2019

`Echoes From The Planet´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´