`Le nuvole si spostano comunque´

Autore disco:

Edoardo Chiesa

Etichetta:

L’alienogatto, Dreamingorilla Records, Molecole Produzioni (I)

Link:

www.edoardochiesa.net

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2018

Titoli:

1) Occhi 2) Dietro al tempo 3) Domenica 4) Le porte 5) La chiave 6) Il filo 7) Se fossi in te 8) Radici 9) Voci 10) Un’altra vita

Durata:

34:50

Con:

Edoardo Chiesa, Damiano Ferrando, Andrea Carattino

cantautorato amichevole

x mario biserni (no ©)

Innanzi tutto una voce che sembra venir fuori con difficoltà, come quando c’è un groppo alla gola, ma senza essere piagnucolosa (può ricordare vagamente quella di Fossati). In secondo luogo i testi che parlano di cose semplici all’apparenza ma complesse nella realtà (un po’ l’essenza reale di tutte le cose). Risponde una musica povera e essenziale ma sorprendente e ricca di sorprese e sfumature. Sopra a tutto Un’altra vita, una delle più belle canzoni d’amore mai ascoltate. “Le nuvole si spostano comunque” è un ‘disco felice’, da intendere nel senso di fortunato. Un disco sulla mutevolezza delle cose e sull’estraniazione dalla realtà.
Tutto qui?
E vi sembra poco!
Assocerei l’ascolto alla visione del film “La leggenda del re pescatore” di Terry Gilliam e alla lettura del libro “Espiazione” di Ian McEwan.
La realtà può essere sempre diversa da come ti appare, tutto dipende dalla tua predisposizione e dall’ottica con cui la guardi.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 31/12/2018

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´  

`777+2 Per Aspera Ad Astra´  

`Emblema´  

`Tajaliyat´  

`Moondrive´  

`Collected Wreckages´ // `Shallow Nothingness In Molten Skies´ // `Blind Tarots´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´