`Echoes From The Planet´

Autore disco:

Roberto Fega

Etichetta:

Setola di Maiale (I)

Link:

www.setoladimaiale.net
www.radiocittaperta.it/interviste/intervista-a-roberto-fega-12-9-2019/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) 8 August 1956 – 18 April 2015 2) Nameless, Without Identity 3) Anthropocene 4) Gender devolution In Rojava 5) Dispatches From Rojava 6) Rome 24 August 2018 7) Social Disintegration 8) Extinctions 9) Echoes From Chiapas

Durata:

63:13

Con:

Roberto Fega

il ritorno dell piccolo grande uomo

x mario biserni (no ©)

Eccovi un top che fa pendant con il top precedente, non tanto perché i due dischi sono simili, quello era un disco jazz e questo è un lavoro di elettronica post futurista, quanto perché i due autori hanno un percorso che li ha visti collidere in più occasioni (ricordo il duo Timbuctu e la rilettura delle musiche di Monk effettuata in “MonkTronik”).
Fega non demorde e sullo sfondo dei suoi montaggi di suoni rubati e creati bruciano sempre vividi riferimenti socio-politici, che alludono sia al perpetuarsi di gravi (s)tragedie (8 August 1956 – 18 April 2015) sia a speranzose esperienze di democrazia popolare (come quelle del Chiapas e del Kurdistan Siriano). Tutto il disco rappresenta comunque uno spaccato della congiuntura attuale nel mondo (il titolo del disco va un po’ inteso come urla del pianeta, vedi l’intervista con lo stesso Fega al link riportato sopra), e nella tipologia dei suoni e nei richiami dei titoli (tutti piuttosto espliciti). L’impronta di maestri come David Shea e Otomo Yoshihide è manifesta, ma in Fega la sperimentazione, la ricerca e l’utilizzo della tecnologia non vanno mai a detrimento dell’eleganza, della poesia e del piacere d’ascolto.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 11/11/2020

`La Chiamata´  

`Alimurgia´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Tranceries´  

`Don’t Worry Be Happy´  

`Infected Burst´  

`Tracce XX´  

`Spime 2019´  

`The Hovering´  

`Canto Fermo´  

`Anasyrma´  

`Live´  

`Colmorto´  

`Vocabularies´  

`Blue Horizon´  

`Namatoulee´  

`Passato, presente, nessun futuro´  

`Liquid Identities´  

`Out For Stars´  

`Collera City´  

`Harraga´  

`Rumpus Room´  

`CEPI Meets HIC´  

`Prèludes´  

`The Last Five Minute´  

`Left Hand Theory (Live At Il Torrione)´  

`Collectable Items´  

`Duos & Trios´  

`Sleepless Nights / Lysergic Mornings´ // `Impressioni organizzate di ansie liquide´  

`L’inizio della neve´  

`Another Year Is Over, Let’s Wait For Springtime´  

`Memory Loss´  

`Other Colors´  

`Ebbs And Flow´ // `Staggered Twisted Angled´  

`Live In Pisa´  

`Fellini 100 I Compani 35´  

`The Whole Thing´  

`Composition O´  

`είμαρμένη´ // `Kaczynski Tape Sessions – The Commercial Tape´  

`Awake´ // `Timewise´  

`Wood(Winds) at Work´  

`Poem Pot Plays Pantano´  

`Celante´  

`Busy Butterflies´  

`The Next Wait´  

`Devotion´ // `Kammern I-V´ // `As If You Were Here´ // `Glassware´ // `Kimmig – Studer - Zimmerlin And George Lewis´