`Live Capitol Brig´

Autore disco:

Mengis, Hagen, Pfammatter & Papaux

Etichetta:

Wide Ear Records (CH)

Link:

www.wideearrecords.ch

Formato:

2xCD

Anno di Pubblicazione:

2022

Titoli:

Lato A: I – XI senza titoli / Lato B: I – VII senza titoli

Durata:

69:11 / 66:25

Con:

Manuel Mengis, Javier Hagen, Hans-Peter Pfammatter, Marcel Papaux

pane, amore e fantasia

x mario biserni (no ©)

Uno degli ingredienti in grado di rendere interessante un disco di musica improvvisata è la formula strumentale. Considerando la varietà di strumenti disponibile, l’oggettistica utilizzabile e gli artifizi elettrici e/o elettronici le possibilità di assemblare una formula originale paiono oggi illimitate. Questo quartetto, ad esempio, par essere alquanto originale: in assenza totale di strumenti a corda e dei cosiddetti legni (i fiati ad ancia), tutto si risolve intorno al set di percussioni di Papaux, alle tastiere di Pfammatter, alla tromba di Mengis, alla voce di Hagen e ai vari accorgimenti elettronici.
Questo è il pane ma chiaramente non basta.
Serve anche l’amore, cioè la capacità di dare una vita propria a questa strumentazione, la capacità di fare in modo che tutti questi oggetti parlino all’ascoltatore.
Ultima, ma non minore rispetto al resto, serve una buona dose di fantasia per evitare fasi di stallo e/o cadute nella monotonia, e per fare in modo che l’alchimia dell’insieme riesca a funzionare.
Pane, amore e fantasia non difettano però ai quattro bardi. Sia quando sul tappeto di suoni creato da tastiere e percussioni la tromba e/o la voce iniziano a tessere le loro trame dall’aspetto quasi casuale. Sia quando si instaurano all’interno del quartetto crocchi momentanei di dialogo. Sia allorché si creano di concerto fasi di tumultuosa anarchia o bordoni massicci di suono (questo soprattutto nel secondo dei due CD).
Interessante.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 1/1/2024

`Ornettiana´ // `Monk On Viola´  

`Ochotona Calls´  

`Zanshou Glance At The Tide´  

`OSSI – Album Su LP´  

`Quadrivium´  

`An Artist’s Life Manifesto´  

`Terrestrial Journeys´  

`Uragano´  

`Live at De Roze Tanker´ // `Left Side Right´  

`Tetrapylon´  

`Orchid Music´ // `Green Album´  

`333´  

`From Solstice To Equinox´ // `Starlight And Still Air Reworked´ // `Out Of Standard!! – Italia 11´  

`All The Way Down´  

`Twofold´ // `Made Out Of Sound´ // `Decameron´  

`Conjugate Regions´  

`Wells´  

`Spiralis Aurea´  

`Black Holes Are Hard To Find´  

`Níjar´  

`Songs in Time of Plague´  

`Austin Meeting´  

`Arkinetics´  

`Shirwku´  

`Le Jardin Sonore´ // `TMR´  

`Folk! Volume 1´ // `Folk! Volume 2´  

`Ilta´  

`Sings´  

`Tempoo´  

`After The Storm (complete recordings)´  

`Virus´  

`Blue Horizon´  

`Hide Nothing´ // `BeforeThen´  

`Signals´  

`You’re Either Standing Facing Me Or Next To Me´ // `Yurako´ // `My Lord Music, I Most Humbly Beg Your Indulgence In The Hope That You Will Do Me The Honour Of Permitting This Seed Called Keiji Haino To Be Planted Within You´  

`The Soundtrack Of Your Secrets´  

`Transmutation Of Things´  

`Run, The Darkness Will Come!´ // `Fetzen Fliegen´ // `Two Sides Of The Moon´  

`Double Exposure´  

`People And Places´  

`Landscapes And Lamentations´  

`The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs´  

`White Eyes´  

`Rainforest IV´  

`In Otherness Oneself´ // `Soothe My Soul, Feed My Thought´  

`Pan Project´