`In Vivo´

Autore disco:

Autopsia

Etichetta:

Korm Plastics D (NL)

Link:

kormplasticsd.bandcamp.com
www.autopsia.net

Formato:

MC

Anno di Pubblicazione:

2021

Titoli:

1) Fist Fuck 2) Kissing Jesus In The Dark 3) Relax 4) Lebensherrgabe 5) Sandoz (Insert) 6) 11th Enochian Key 7) Palladium 8) Ignis 9) Scars Of Europa (Live) 10) Does The Knife Cry When It Enters The Skin 11) Palladium 12) Aqua Permanens 13) Sandoz (Insert)

Durata:

49:07

Con:

Radovan Milinković

una ristampa attesa da molti

x mario biserni (no ©)

Autopsia è un progetto guidato dalla mente fervida di Radovan Milinković che dopo una genesi nella ex-Jugoslavia ha poi trovato accoglienza definitiva nella città del Ponte Carlo.
Attivo nell’ambito delle produzioni in cassetta fin dalla metà degli anni ’80 ha poi abbracciato il formato digitale, non senza arrischiare anche alcune pubblicazioni in CD, conquistando lo status di culto presso gli appassionati dell’industrial dai toni più oscuri e marziali.
Molto si può intuire già dal titolo dei loro progetti, in particolare il loro nome seguito dal titolo di questa terza realizzazione configura il concetto piuttosto inquietante di autopsia su essere vivente.
La prima edizione di “In Vivo” risale al 1988, in USA su Sound Of Pig e in Olanda su Korm Plastics, e già nel 1999 era circolata una sua ristampa in CD-r (sempre su Kom Plastics).
Oggi, sotto l’egida del buon Rinus Van Alebeek, “In Vivo” torna disponibile sa nel suo formato originale (in versione rimasterizzata e limitata a 100 copie) sia in digitale (con due titoli aggiunti come bonus e in numero illimitato di copie).
Nella cassetta si distingue un lato “God” e in un lato “Satan”, ma tale divisione pare un semplice espediente proforma dal momento che non c’è una divisione reale e netta fra i brani dei due lati (e infatti nella versione in digitale tale distinguo non esiste). In entrambi i casi l’intento pare sempre quello di indagare nelle profondità più impenetrabili e malate dell’animo umano. Se una differenziazione esiste è quella fra i 17 minuti dell’ossessiva Lebensherrgabe, i tempi medio brevi di Fist Fuck, Sandoz (Insert) e 11th Enochian Key e quelli brevi degli altri nove titoli, che sono altrettante psycho-miniature.

Prossimamente: “Katacombe Vol. 3” di Vari Autori; “Cabrioles cérébrale set accidents psychotiques” degli Otok; “Alpine Variations” // “Watering A Paper Flower” di Enrico Coniglio // Open To The Sea; “Promontory” di Daniel Pesca; “< … >” di Anne Gillis; “In Her Words” di Stefania De Kenessey; “Paint Your Lips While Singing Your Favourite Pop Song” di Salomé Voegelin; “Apophany” di Nick Vasallo …


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 27/6/2022

`Aterraterr´  

`Katacombe Vol. 3´  

`In Vivo´  

`Eight Pieces For The Buchla 100 Series´  

`Cabrioles cérébrale et accidents psychotiques´  

`2013 – 2021 dal diario di Luigi La Rocca, Cittadino´  

`A Secret Code´ // `Echolocation´  

`Avvolgistanti´  

`Elements´  

`Blues Pour Boris´  

`The Other Lies´  

`Kora´  

`Over The Ridge´  

`Nut´  

`Medusa Dreaming´  

`Melancholia´ // `Cure And Mound´  

`Justinian Intonations´  

`Transmitter´  

`Fernweh´  

`Totale!´  

`Post Jazz Chamber Music´  

`Pulsioni Oblique Vol. 2´ // `Hardboiled´  

`Cirrus´  

`Saca Los Cuernos al Sol´  

`Approximately Grids With A Plan´  

`Eris I Dysnomia´ // Ixtlahuaca´ // ‘Box Of Black´  

`Beats The Plague´  

`Parallelism´  

`Mother Afrika´  

`Non Dweller´ // `Erosion´  

`Music For A Different Room´  

`Thrīe Thrēo Drī ´  

`Reverse Drift / Reverse Charge´  

`An Established Color And Cunning´  

`Postcard From A Trauma´  

`Notturno´  

‘Nova esperanto (l’album perduto del 2006)´  

`Duo Sutera Novali´  

`Absum´  

`Convex Mirrors´  

`Township Nocturne´  

`Let It Fall´// `Does The Moon Not Dream´  

`Special Adaptations Volume 1´  

`Kranenburg Tree´  

`Nothing´  

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´