`Brittle Feebling´

Autore disco:

Bruckmann, Djll, Heule & Nishi-Smith

Etichetta:

Humbler (USA)

Link:

www.heule.us
humbler.bandcamp.com/album/brittle-feebling
www.youtube.com/watch?v=aZtAiYrD6HM

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2020

Titoli:

1) Milkence 2) Sustroon 3) Fraive 4) Thect 5) Uumsol

Durata:

45:15

Con:

Kyle Bruckmann, Tom Djll, Jacob Felix Heule, Kanoko Nishi-Smith

tre quarti d`ora ipnotici e immaginifici

x mario biserni (no ©)

Un tom basso, un koto, un oboe e una tromba è la strumentazione, quanto mai minimale, utilizzata da questo quartetto che suona come una piccola orchestra dedita alla destrutturazione, all`esaltazione dei suoni impuri, all`onomatopeia e al rumore votato ad arte. Si tratta di musicisti dei quali ci siamo occupati in varie occasioni (della kotoista giapponese Kanoko Nishi-Smith ricordo la sua presenza nelle Gravida in un vecchio CD del catalogo setolare), l`unica new entry in queste pagine è rappresentata dal trombettista Tom Djll. Si tratta di un vecchio marpione, da tempo attivo sulle scene, esperto in varie manipolazioni dello strumento e in tecniche estese, vanta collaborazioni con altre nostre vecchie conoscenze quali sono Jack Wright, Bhob Rainey, Sabrina Siegel e Gino Robair. Messi i puntini sulle i, potrei dire di un ottimo disco calato fra tradizione jazz, improvvisazione non idiomatica, musiche elettroacustiche, musiche concrete e futurismo astratto. I pochi fraseggi strumentali si calano in caotici dialoghi concreto-primitivisti o si alternano con ardite sinfonie bruitiste. Un`altra succulenta pagina ascrivibile al romanzo della new wave of jazz.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 22/1/2022

`Aterraterr´  

`Katacombe Vol. 3´  

`In Vivo´  

`Eight Pieces For The Buchla 100 Series´  

`Cabrioles cérébrale et accidents psychotiques´  

`2013 – 2021 dal diario di Luigi La Rocca, Cittadino´  

`A Secret Code´ // `Echolocation´  

`Avvolgistanti´  

`Elements´  

`Blues Pour Boris´  

`The Other Lies´  

`Kora´  

`Over The Ridge´  

`Nut´  

`Medusa Dreaming´  

`Melancholia´ // `Cure And Mound´  

`Justinian Intonations´  

`Transmitter´  

`Fernweh´  

`Totale!´  

`Post Jazz Chamber Music´  

`Pulsioni Oblique Vol. 2´ // `Hardboiled´  

`Cirrus´  

`Saca Los Cuernos al Sol´  

`Approximately Grids With A Plan´  

`Eris I Dysnomia´ // Ixtlahuaca´ // ‘Box Of Black´  

`Beats The Plague´  

`Parallelism´  

`Mother Afrika´  

`Non Dweller´ // `Erosion´  

`Music For A Different Room´  

`Thrīe Thrēo Drī ´  

`Reverse Drift / Reverse Charge´  

`An Established Color And Cunning´  

`Postcard From A Trauma´  

`Notturno´  

‘Nova esperanto (l’album perduto del 2006)´  

`Duo Sutera Novali´  

`Absum´  

`Convex Mirrors´  

`Township Nocturne´  

`Let It Fall´// `Does The Moon Not Dream´  

`Special Adaptations Volume 1´  

`Kranenburg Tree´  

`Nothing´  

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´