`Der Verboten´

Autore disco:

Der Verboten

Etichetta:

Wide Ear Records (CH)

Link:

www.wideearrecords.ch//

Formato:

LP

Anno di Pubblicazione:

2021

Titoli:

Frantz Loriot, Cédric Piromalli, Antoine Chessex, Christian Wolfarth

Durata:

35:36

Con:

Frantz Loriot, Cédric Piromalli, Antoine Chessex, Christian Wolfarth

un’altra faccia della new wave of jazz

x mario biserni (no ©)

Busta interamente nera con riportate solo le note essenziali, nome del gruppo, titoli dei brani e nomi dei musicisti, “Der Verboten” sembra contraddire in toto quelle che erano le caratteristiche del nostro top precedente (“Monólogo a Dois” e “Solo Acoustic Guitar Improvisations I”). In realtà si tratta di due facce della stessa medaglia, ed eguale è il rifiuto di un’esteriorità meramente commerciale.
Le poche immagini disponibili ci mostrano i quattro Der Verboten che stanno disposti in circolo, e con ciò sembrano voler dare una rappresentazione visiva alla loro musica. Una musica dall’essenza circolare. Giunge alla memoria il trio guidato da Alexander von Schlippenbach e i conti tornano, con Piromalli che, al pari del pianista tedesco, ha uno stesso riferimento non generico in Monk. L’accostamento di Wolfarth e Chessex con l’accoppiata Lovens – Parker pare azzeccato nella medesima misura. La presenza del quarto elemento, un violista che può far pensare a Conrad e Kosugi, è la ciliegina che rafforza il mio punto di vista. Senonché i quattro vivono di vita propria, e il mio è solo un riferimento generico che, altresì, non intende tagliar fuori realtà dalle similitudini ancor più vaghe come LOOper o Loop Orchestra.
Dei Der Verboten esiste anche un CD eponimo pubblicato nel 2017 dalla portoghese Clean Feed.

Prossimi top: “Subtle Matters” di Agnese Toniutti; “Let It Fall” // “Does The Moon Not dream” di My Home, Sinking // Matteo Uggeri & Mourning Dove; “Notturno” di Roberto Dani; “Reverse Drift / Reverse Charge” dei Mosquitoes; “Non Dweller” // “Erosion” di Gabby Fluke-Mogul, Jacob Felix Heule & Kanoko Nishi-Smith // Kevin Corcoran & Jacob Felix Heule ...


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 26/7/2021

`Der Verboten´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´  

`Microstorie´  

`Sleeping Beauty´  

`A Few Steps Beyond´  

`Thing Music´  

`Zacharya´  

`I.´ // `Lonely Hymns And Pillars Of Emptibess´  

`Spoken´  

`The Complete Yale Concert, 1966´  

`Aforismen Aforisme Aforismes´  

`Blonk, Mallozzi & Vandermark´  

`Different Roots´  

`Schwingende Luftsäulen 3´  

`Beats´ // `Phylum´  

`Derivatives’ // `Haerae´  

`Room For The Moon´ // `Гибкий график´  

`Electric Music´  

`Jin-Brebl-Concert´  

`Kavel´  

`Libertè Égalitè Fraternité´  

`La signora Marron´  

`Live´ // `An Evening In Houston´  

`Archytas Curve´  

`Oltre il cielo alberato´  

`Alimurgia´  

`La Chiamata´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Tranceries´  

`Don`t Worry Be Happy´  

`Infected Burst´  

`Tracce XX´  

`Spime 2019´  

`The Hovering´  

`Canto Fermo´  

`Anasyrma´  

`Live´  

`Colmorto´  

`Vocabularies´  

`Blue Horizon´  

`Namatoulee´  

`Passato, presente, nessun futuro´  

`Liquid Identities´  

`Out For Stars´