`Zurich Concerts (15 Years Of Kontrabassduo Studer-Frey)´

Autore disco:

Kontrabassduo Studer-Frey +

Etichetta:

Leo Records (GB)

Link:

www.leorecords.com

Email:

Formato:

2CD

Anno di Pubblicazione:

2016

Titoli:

1) +HKGS_1 2) +HKGS_2 3) +MM 4) +CWJS 5) +JDHKHKMSAZ / 1) +GH 2) +JB 3) +JD

Durata:

78:37 / 58:19

Con:

Peter K Frey, Daniel Studer, John Butcher, Jacques Demierre, Gerry Hemingway, Harald Kimmig, Hans Koch, Magda Mayas, Giancarlo Schiaffini, Jan Schlegel, Michel Seigner, Christian Weber, Alfred Zimmerlin

i desideri, qualche volta, si avverano ...

x gentile cortese (no ©)

A proposito del duo svizzero formato dai contrabbassisti Peter K Frey e Daniel Studer s`era dato notizia delle iniziative per celebrare i 15 anni di attività , iniziative che consistevano nella pubblicazione di un disco registrato in pubblico e in una serie di concerti nei quali il duo sarebbe stato integrato da numerosi ospiti prestigiosi (vedi qui). Nell`occasione scrivevo: «Speriamo in una pubblicazione delle parti migliori di questi concerti, magari in un doppio o triplo CD, perchè l`avvenimento è veramente degno di essere conosciuto al di là di quelli - pochi o molti non importa - che potranno partecipare ai singoli eventi». Ed ecco che, quasi a esaudire quel mio desiderio, alcune porzioni di quei concerti raggiungono il cassetto del mio lettore in forma di doppio CD.
La caratura degli ospiti è indubbia così come l`ampia escursione nei loro dati anagrafici e, seppure la loro nazionalità sia essenzialmente svizzera, non mancano prestigiose presenze internazionali come quelle del britannico John Butcher, dell`americano Gerry Hemingway, dell`italiano Giancarlo Schiaffini e dei tedeschi Magda Mayas e Harald Kimmig.
I due dischetti mantengono quello che promettono e rappresentano un ottimo manuale contenente l`a, il b, il c e tutto l`alfabeto a proposito di libera improvvisazione. L'insieme è permeato da un`inventiva e da una freschezza tali da rendere ovvi tre lustri di attività , protratti in un periodo storico nel quale le esperienze e le collaborazioni si bruciano nel giro di poche ore, e da far sperare nel proseguimento di un sodalizio così creativo (magari integrato di volta in volta da una third person).
L'unico rimpianto va a quello che ci siamo persi a non essere presenti.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 13/5/2017
  Torna al Menù Principale
 Archivio dell'anno 2017 ...

`Cartridge Music (musica per testina)´ // `Nassau 1713´  

`Sensorium´  

`Drowning In Wood´  

`Malo´ // `Sacrée Obsession´  

`Veiled´  

`Dimensioni´ // `Parallelo´  

`Live At La Resistenza´  

`Spannung´  

`Flawless Dust´ // `Scenes From A Trialogue´  

`Črne Vode / Black Waters / Schwarze Wasser´ // `Let Them Grow´  

`ﺭﺍﺩﻳﻮ ﺇﺯﺩﺍﻍ´ // `Es Prohibido Cantar´  

`Pow´  

`Place´  

`Carrion, My Wayward Son ...´  

`Maledetta Dopamina´  

`Uno Todo Tres´  

`The Galilean Moons´  

`Dancing Trees´  

`Il Ballo dell`Orso´  

`Reverse Camouflage´  

`For Arthur Doyle´ // `Osing Trance - Musik Patrol´  

`Tape Crash #12´  

`Offshore Zone´  

`Andante Plumbeo´  

`Volume 3´  

`Kali Yuga´ // `Le filtre à sons - Vol. 1´  

`Reliquies´  

`Unbehagen´  

`D`ora stella´  

`Zero Brane´  

`Witch´ // `The Golden Calf´ // `Il vespaio´  

`New York City´ // `Gaycre (2)´ // `Demain, c`est Paris-Roubaix´  

`Alegrìas y duelos de mi alma´  

`Silent People´  

`Circles Of Upper And Lower Hell´  

`A Tree, At Night´ // `Prima del terzo´ // `Heavy Nichel´ // `Taken From A True Story´  

`Honey Ant Dreaming´ // `Reverie´ // `Warm Glow´ // `Bliss´  

`Calce´ // `5 Haiku´  

`The Exodus Suite´  

`A Beat Of A Sad Heart´  

`Chamber Rites´  

`Numen - Life Of Elitra Lipozi´  

`Memoria Istruttiva´ // `Funeral Parties´  

`Zurich Concerts (15 Years Of Kontrabassduo Studer-Frey)´  

`Tape Crash 14´ // `Tape Crash 15´  

` ncora´  

`Tectonic Shifts´ // `Modus Of Raw´  

`Chi va piano va già troppo veoce (Sulla lentezza del bradipo)´  

`Hoverload´ // `{}´  

`Arpe Eolie´ // `Ragionamenti musicali in forma di dialogo: X e XII´  

`Ho perso la testa´ // `Musica per autoambulanze´  

`The Stabbing´ // `Acephale´ // `in Fin dei Corpi´  

`Autotrophy´  

`Farfalle e Falene´  

`Eagle Prayer´  

`Méthodologie Contextuelle´ // `Sequenze per raffigurazioni mentali #1´  

`Creatura´  

`City Of Vorticity´  

`Vostok´  

`Appartamento in centro´  

`KIKEΩN´  

`Primio´  

`Examination Of The Eye Of A Horse´  

`Bad Habits´  

`Hypno-pop´  

`Dieci´ // `La porta stretta´  

`Fabuloseries´  

`Awake´  

`Way´  

`Apnea´  

`Rumore austero´ // `Sitcom Koan´ // `Maps And Mazes´  

`Beyond Time´  

`Zentuary´ // `Pasar Klewer´  

`Silentium´  

`Prossime trascendenze´  

`Live Spomen Dom´  

`The White Side, The Black Side´  

`Variazioni Gracchus´  

`The Miracles Of Only One Thing´  

`Become Zero´  

`Right Error´  

`Traum´  

`Re-Birth´  

`Le nove ombre del caos´  

`Les Ravageurs´  

`Falling Apart´  

`Coriandoli´  

`Divus´  

`Learn To Live´  

`Il De` Blues´ // `Sì´  

`Menhir´  

`Un incubo stupendo´