`Lo stretto necessario´

Autore disco:

Giacomo Scudellari

Etichetta:

Brutture Moderne (I)

Link:

www.brutturemoderne.it

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2018

Titoli:

1) Cantico della sambuca 2) Morirò in una taverna 3) Un mese di Provenza 4) A poter scegliere 5) La luna ha sempre ragione 6) Chiedi e ti darò 7) Cose che sai 8) Addio alla tristezza 9) Lo stretto necessario

Durata:

37:10

Con:

Giacomo Scudellari, Francesco Gianpaoli, Diego Sapignoli, Marco Bovi, Enrico Farnedi, Nicola Peruch, Christian Ravaglioli, Stefano Pilia, Caterina Arniani

buono a ¾

x mario biserni (no ©)

Piace l’eccellente squadra di strumentisti messa insieme per la registrazione di questo disco. Piacciono gli arrangiamenti, soprattutto quando insaporiti di vecchio jazz (Morirò in una taverna) o di vecchia samba (Addio alla tristezza). Piacciono la leggera sagace ironia dei testi (soprattutto in Cantico della sambuca, Morirò in una taverna e A poter scegliere). E piace soprattutto il tocco di positiva malinconia finale che pervade Lo stretto necessario.
Non piace l’eccessiva verbosità in Cose che sai. E non piacciono alcune cadute di tono come La luna ha sempre ragione, che deve troppo a Fiume Sand Creek di De André, e Chiedi e ti darò, filastrocca troppo simile a quelle che il genovese cantava in gioventù … ma è poi tanto grave?


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 6/4/2018

`Tajaliyat´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´  

`Beautifully Astray´  

`Pulsioni oblique´ // `For Anita´ // `Musica per camaleonti´  

`Leaking Words´  

`NorN´  

`Giraffe´  

`Temps En Terre´  

`A Season´ // `(S)àcrata´ // `Nei resti del fuoco´  

`Live At Konfrontationen Nickelsdorf 2012´  

`The Spring Of My Life´  

`Noises From Melancholia´  

`Meccanismi e desideri semplici´  

`Edges´  

`Una piccola tregua (Live)´  

`Settembre´  

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`Plastic Fantastic´  

`Z/Rzw-Shiiiiiii´  

`Vegir´  

`Quadrature´  

`Lo stretto necessario´  

`Food Foragers´  

`AB+´  

`Disappearing´  

`Porteremo gli stessi panni´  

`Words Delicate Flight´  

`The Irresistible New Cult Of Selenium´  

`Floatin’ Pieces´  

`Girovago´  

`Un tempo, appena´  

`Inscapes´  

`Ortiche´  

`Maledette rockstar´  

`Exuvia´  

`Le nuvole si spostano comunque´  

`Magic Pandemonio´  

`Omaggio a Marino Zuccheri´  

`Gamelan – Coming & Going´  

`Succi con ghiaccio´  

`Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole´  

`Hide & Squeak´  

`Neve´  

`Kintsugi´  

`Tell No Lies´  

`Cronache carsiche´  

`Piccola Orchestra Artigianale degli Improvvisatori di Valdapozzo´